Le persone negative ci divorano il cuore, le positive lo nutrono: come distinguerle nella vita di tutti i giorni

Non sono perfette, ma ci aiutano a rendere la nostra vita sociale molto vicina alla perfezione: sono le persone positive che, con i loro pregi e i loro difetti, ci aiutano a far emergere la versione migliore di noi stessi, senza sforzo.

Come possiamo distinguere le persone più positive per noi nel marasma di conoscenze che abbiamo? Le caratteristiche comuni più o meno a tutte le persone di questo genere sono nel loro carattere: empatico, altruista e sincero, sono abbastanza maturi da poter rispettare le tue idee anche quando non le condividono, conoscono se stessi abbastanza da poter esprimere in circostanze diverse le proprie opinioni, da capire le proprie emozioni e da saper scegliere ciò che è meglio per loro. La conoscenza di sé e il coraggio che le contraddistinguono fanno in modo che si possano mostrare esattamente come sono in realtà, senza maschere e finzioni. Persone autentiche fanno relazioni autentiche.

Il rapporto che si crea con questo tipo di individui è alla pari, non si innesca mai una specie di dipendenza o sudditanza: quando cammino con una persona positiva non ci troviamo mai un passo avanti o uno indietro, ma procediamo sempre fianco a fianco per la nostra strada. È l’autonomia che ci mantiene vivi e positivi: venuto meno qualsiasi rapporto di dipendenza con l’altro è necessario alimentare le nostre passioni, i nostri impegni e i nostri interessi rinunciando alle persone negative qualora rappresentassero un ostacolo alla nostra felicità. Attenzione, però, allo stesso modo camminare insieme, allo stesso passo, vuol dire non solo circondarsi di persone positive, ma anche diventare una di esse: anche noi, pertanto, dobbiamo iniziare a conoscere noi stessi e a illuminare gli angoli bui del nostro passato e della nostra mente, ragionando su possibili soluzioni. Una volta capito il nostro ruolo nella relazione e visto il progresso di essa possiamo capire se è abbastanza sana da farci del bene o così nociva da toglierlo: nel secondo caso, naturalmente, la cosa migliore da fare è lasciar perdere la negatività e cercare di trovare di meglio, cambiando noi stessi o altrove.

Nella foto io già visibilmente nutrita mentre vengo colta con la forchetta nella tartare. Nutrita e felice.


È sulle relazioni che coinvolgono persone positive che si gettano le basi per una vita serena e tranquilla: persino lo studio di Neva Millic e Ana Maria Aron, professoresse di psicologia presso l'Università Cattolica del Cile, afferma che le persone positive costituiscano le basi per un ambiente sano e favorevole all’apprendimento e il principio da cui partire per ottenere relazioni interpersonali sane. Soltanto questo genere di relazioni, infatti, mantengono viva la nostra armonia interiore e la nostra libertà, ci permettono di risolvere i problemi più facilmente perché ci spingono ad analizzare il mondo e ciò che ci accade con la giusta ragionevolezza. Persone nocive possono intessere soltanto relazioni malate e favoriscono un ambiente negativo, sono quelle positive con cui possiamo creare rapporti sani che nutrono il nostro cuore e la nostra anima a rendere la nostra vita migliore.


Nessun commento:

Posta un commento

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com